1 Giorno a Firenze

Itinerario 1 giorno a Firenze
Scopri Firenze a piedi in un giorno

Hai un solo giorno per visitare Firenze? Gambe in spalla! La città è un concentrato di cose da vedere e luoghi da scoprire e il suo centro storico, chiuso all’interno della cerchia dei viali, tracciati sulle vecchie mura medievali, è Patrimonio Unesco fin dal 1982.

 

Arrivi in treno? La stazione centrale di Firenze, “Santa Maria Novella”, prende il nome dall’omonima Chiesa proprio fuori dalla stazione, una delle Chiese più belle di Firenze, con la splendida facciata tardo-rinascimentale di Leon Battista Alberti, meravigliosa sintesi tra gotico e rinascimento.

 

 

Percorrendo Via Dei Banchi e poi Via de’ Cerretani, arriverai in Piazza del Duomo, dove ad accoglierti, ci penserà la maestosità della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, che nel XV secolo rappresentava la chiesa più imponente della cristianità, eretta per dare prova della supremazia di Firenze sull’eterna rivale Siena. Per oltre quarant’anni le sue splendide navate rimasero a cielo aperto, poiché nessun architetto dell’epoca sapeva come realizzare una cupola. Ci penserà Brunelleschi nel 1418 a realizzarla ispirandosi a quella del Pantheon romano. A completare la maestosità della Piazza del Duomo ci pensano il Campanile di Giotto, splendida torre gotica, e il Battistero, l’elemento più antico del complesso sacro, con la sua tipica alternanza di marmo verde e bianco del romanico fiorentino e con le sue tre porte bronzee meravigliosamente scolpite.

 

 

Lasciando la Piazza puoi percorrere Via dei Calzaiuoli, una delle strade più eleganti di Firenze, storica sede di botteghe e di abbigliamento e calzature. Da qui arriverai direttamente in Piazza della Signoria, dove troverai ad accoglierti Palazzo Vecchio, cuore politico di Firenze fin dal Medioevo, teatro di tutti gli eventi più importanti della storia della città. Prima di lasciare la Piazza, tappa d’obbligo è la Loggia dei Lanzi, che ospita sculture risalenti all’età classica e al manierismo, tra cui il Ratto delle Sabine di Giambologna e il Perseo con la testa di Medusa di Cellini.

 

Curiosità: alle spalle del gruppo marmoreo di Ercole e Caco, a destra dell’ingresso a Palazzo Vecchio, si può scorgere un profilo di testa d’uomo… leggenda vuole che sia opera proprio di Michelangelo!

 

 

Non si può passare per Firenze e non andare agli Uffizi, sede dell’amministrazione della città sotto i Medici, commissionata a Vasari da Cosimo I de’ Medici, in parte trasformata in galleria d’arte già nel 1581 quando Buontalenti prese la direzione del cantiere. Oggi gli Uffizi ospitano la più ricca collezione di pittura italiana del mondo.

 

Dal Piazzale degli Uffizi ti troverai direttamente affacciato sul fiume Arno. Percorrendo un tratto di Lungarno arriverai direttamente a Ponte Vecchio, il più antico tra i ponti della città.

 

Curiosità: Fino al XV secolo, il ponte ospitò botteghe di ogni genere, in particolare macellerie e rivendite di trippa, i cui scarti coloravano di rosso le acque dell’Arno. Fu Cosimo I de’ Medici a decidere di sostituire le botteghe con gioiellerie e oreficerie, ancora oggi esistenti.

 

 

Ponte Vecchio ti porterà “Oltrarno”, fino a Palazzo Pitti, residenza della famiglia Medici, a partire dal 1550, con il suo immenso Giardino di Boboli.

 

Curiosità: Nel tuo percorso da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, hai percorso esattamente la strada che ogni giorno Cosimo I de’ Medici percorreva per recarsi da “casa” al “lavoro”… ma non poteva mescolarsi tra la folla fiorentina! Per questo nel 1565 commissionò al Vasari la costruzione del Corridoio Vasariano, un passaggio sopraelevato che collega proprio Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti.

 

Il tuo giorno a Firenze è giunto alla fine. Ci manca solo un bel tramonto sulla città! Il posto migliore per goderselo? Piazzale Michelangelo, la piazza che domina la città da più di cento metri sopra il livello dell’Arno. Una vista da mozzare il fiato!


Warning: Use of undefined constant php - assumed 'php' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/residenzacovoni/public_html/wp-content/themes/royalvilla/sidebar.php on line 1